6 Rimedi Efficaci per Sbiancare i Denti

Sai che circa il 18% delle persone riferisce nascondere il proprio sorriso nelle foto a causa dell’imbarazzo dovuto ai denti con macchie gialle?

Avere un sorriso sano e luminoso è molto importante nella nostra cultura di oggi e proprio per questo motivo, sta aumentando il numero di persone che utilizzano diversi rimedi e prodotti per sbiancare i denti o si rivolgono a studi dentistici per effettuare dei trattamenti di sbiancamento professionale.

Il sorriso è una una delle prime cose che la gente nota: è un segno di salute e sicurezza.

Quando si fa una prima impressione, la maggior parte delle persone si preoccupa di avere denti storti o scoloriti, che possono inviare un segnale negativo agli altri.

Chi non vuole avere un bel sorriso con denti bianchi e scintillanti? E qual è il modo migliore per sbiancare i denti?

Alcune persone, anche se mantengono una corretta igiene orale, hanno comunque le macchie sui denti a causa di alcune abitudini come bere caffè, tè o fumare.

Spesso i denti ingialliti o marroni possono anche indicare un problema più grande: gengive non salutari, smalto rovinato e scarsa igiene dentale.

Sbiancare i denti da non aiuterà a proteggere i denti o le gengive da carie o malattie come la gengivite e quindi, anche se i denti bianchi sono certamente un bel “biglietto da visita”, dovrai comunque mantenere una buona igiene orale.

Continuando la lettura di questo articolo, troverai diversi rimedi che ti aiuteranno a sbiancare i denti in modo naturale!

Ti consiglio comunque di chiedere informazioni al tuo dentista di fiducia sullo stato di salute dei tuoi denti e quale trattamento può fare al caso tuo.

Perché i denti diventano gialli?

I denti diventano scoloriti, ingialliscono o addirittura si colorano di beige o marrone, a causa delle macchie che si sviluppano sia sulla superficie dura e bianca dei denti (lo smalto), che nella parte più profonda, all’interno della struttura dei denti.

Sotto lo smalto si trova una sostanza marrone chiaro chiamata dentina, che può diventare più visibile quando lo smalto si assottiglia e questo è un evento molto comune in molti adulti.

L’erosione dentale (usura dei denti erosiva) deriva dalla perdita cronica di tessuto duro dentale che è chimicamente attaccato dalla superficie del dente.

Ma quali sono alcuni dei motivi per cui lo smalto si assottiglia?

I fattori di rischio includono l’invecchiamento, la genetica e l’assunzione di alimenti che promuovono l’erosione e la formazione di macchie. Molte di queste stesse abitudini malsane aumentano anche il rischio di malattie gengivali.

Anche se non è realistico aspettarsi che i denti rimangano lucidi e molto bianchi in età avanzata, molti fattori che influiscono negativamente sul colore dei denti possono essere comunque evitati.

Alcuni dei motivi per cui i denti diventano gialli, beige o marroni includono:

  • Bere caffè o tè.
  • Fumare sigarette.
  • Assottigliamento dello smalto dovuto all’invecchiamento.
  • Dieta errata. Ciò include il consumo di un sacco di alimenti ad alto contenuto di acido, tra cui bevande. analcoliche e soda, caramelle o talvolta anche alcuni frutti. Anche alcuni integratori possono peggiorare lo stato dello smalto a causa del loro contenuto acido.
  • Secchezza della bocca (poiché la mancanza di saliva significa meno protezione per lo smalto).
  • Respirando attraverso la bocca e bloccando le vie nasali. Queste condizioni riducono la quantità di saliva e impediscono l’idratazione della bocca e dei denti.
  • Antibiotici.
  • Eccessiva assunzione di fluoro, soprattutto se questa abitudine inizia fin da bambini.
  • Fattori genetici.

Fatta questa premessa, andiamo a vedere assieme i 6 rimedi più efficaci per sbiancare i denti.

1. Spazzolare dopo aver bevuto o mangiato

Il modo migliore per sbiancare i denti naturalmente, anche se forse non è sempre il più facile, è semplicemente lavarsi i denti con un dentifricio appropriato dopo aver mangiato o bevuto qualcosa.

Ciò richiede molta persistenza e può anche essere difficile a seconda del luogo in cui ti trovi quando consumi il pasto.

Evitare di fumare sigarette, bere troppo caffè, migliorare l’igiene orale e seguire una dieta sana può aiutare a prevenire i denti gialli.

Se bevi regolarmente bevande con coloranti, utilizza una cannuccia per evitare che la bevanda entri in contatto con i denti. Cerca di bere dell’acqua dopo aver mangiato o bevuto qualcosa di acido o che possa macchiare i denti (come il caffè), per ridurre gli effetti negativi.

La maggior parte del cibo non macchia i denti, ma se bevi caffè o se fumi, con il tempo i denti perderanno il loro colore bianco. Se questo è il caso, cerca di effettuare una pulizia dei denti dal dentista almeno ogni 6-12 mesi, oltre a provare alcuni dei rimedi naturali elencati qui.

2. Bicarbonato di sodio e perossido di idrogeno

Il perossido di idrogeno è un agente antibatterico e funziona perfettamente come un detergente per bocca e gengive, mantenendo il cavo orale privo di batteri.

Un buon risciacquo orale può essere fatto usando il perossido di idrogeno: mescola un paio di cucchiaini di perossido di idrogeno con dell’acqua e risciacqua la bocca per circa un minuto. Quando hai finito, espelli e risciacqua il cavo orale.

La ricerca mostra che il perossido di idrogeno mantiene il respiro fresco eliminando i batteri cattivi perchè funge da antisettico naturale.

Oggi, questa sostanza, viene molto utilizzata in odontoiatria, anche per sbiancare i denti. È anche in grado di fornire una protezione naturale contro le malattie gengivali come la gengivite e la parodontite.

Un altro metodo per utilizzare questo prodotto consiste nel mescolare una piccola quantità di perossido di idrogeno con una piccola quantità di bicarbonato di sodio al fine di creare una pasta che aiuta a rimuovere la placca dai denti.

Per utilizzare questi prodotti in modo sicuro per sbiancare i denti, lavati i denti come al solito, assicurandoti di raggiungere anche le parti più difficili da spazzolare.

Il bicarbonato di sodio è una sostanza ruvida e granulosa, quindi fai attenzione a utilizzare le giuste quantità per non rovinare lo smalto dei denti. Ricorda che lo smalto dei denti non ricresce!

La pasta composta da bicarbonato di sodio non deve essere troppo granulosa. Strofina la pasta sui denti per circa 30 secondi, e risciacqua bene la bocca.

In alternativa al bicarbonato di sodio, puoi utilizzare dell’argilla caolinica. Mescola il caolino con un po’ d’acqua e applicala sui denti circa una volta alla settimana (come sempre non esagerare per evitare di danneggiare lo smalto dei denti). Finito il trattamento sciacqua bene il cavo orale.

Potresti provare a miscelare alcune gocce di olio di chiodi di garofano o olio di menta piperita per migliorare il sapore. Inoltre questi oli hanno anche proprietà antimicrobiche.

3. Utilizzare l’aceto di di mele

È logico che l’aceto di mele (ACV), che funziona efficacemente come un antibiotico naturale e un detergente per denti e gengive, sia in grado di rimuovere anche le macchie più tenaci sui denti.

Questa sostanza è particolarmente utile per rimuovere le macchie a causa di cause comuni come il caffè o il tabacco. In alcuni casi, si possono ottenere dei buoni risultati con questo prodotto.

Qual è il segreto dell’aceto di mele?

L’aceto di mele contiene diversi composti, tra cui acido acetico, potassio, magnesio, probiotici ed enzimi, che uccidono i germi (batteri “cattivi”) e allo stesso tempo favoriscono la crescita di batteri probiotici “buoni”.

Dal momento che è naturalmente acido, aiuta a rimuovere la placca o altre sostanze attaccate ai denti. Il pH dell’aceto di mele può rimuovere le macchie dai denti, e aiuta quindi a sbiancare i denti in modo naturale.

La chiave per ottenere i risultati migliori per lo sbiancamento dei denti è utilizzarlo per diversi giorni in modo continuo.

Tuttavia, fai attenzione, poiché con tutti gli acidi presenti in questo prodotto, puoi rimuovere lo smalto sui tuoi denti se si spazzola troppo energicamente o viene utilizzato per troppo tempo.

Dopo aver utilizzato l’aceto di mele, è necessario spazzolare nuovamente con dentifricio normale, preferibilmente una pasta non fluorurata, e risciacquare bene la bocca.

Per eseguire questo trattamento, ti basterà strofinare l’aceto di mele sui denti con un dito per circa un minuto. Dopodiché dovrai sciacquare la bocca con acqua o acqua ossigenata.

Stai trovando interessanti questi metodi per lo sbiancamento dei denti? Condividi l’articolo su Facebook!

4. Limone o scorza d’arancia

Analogamente all’aceto di mele, alcuni consigliano di utilizzare il limone (o olio essenziale di limone) o la scorza d’arancia per sbiancare i denti.

Questi alimenti sono in grado di rimuovere le macchie dai denti, ma l’alto contenuto di acidi può anche portare via lo smalto sui denti se usato in modo troppo aggressivo.

Se hai intenzione di utilizzare la scorza di limone o di arancia sui denti, sciacqua sempre la bocca subito dopo il trattamento per essere sicuro di eliminare ogni residuo.

5. Olio di cocco

Sai che anche l’olio di cocco può essere utilizzato per sbiancare i denti?

Alcune persone affermano di aver ottenuto dei buoni risultati applicando l’olio di cocco sui denti, elogiandone tutti i benefici.

Tutto quello che devi fare è mettere un cucchiaio di olio di cocco in bocca e farlo agire sui denti per 5-10 minuti, o, in alternativa, puoi aggiungere alcune gocce di olio di cocco sullo spazzolino e spazzolare i denti.

Un’altra opzione consiste nell’applicare l’olio di cocco in un angolo di una salvietta pulita e strofinarlo sui denti. Inoltre, l’olio di cocco, ha proprietà antimicrobiche, e quindi è ottimo anche per proteggere e pulire le gengive.

6. Fragole e altri alimenti sani

Si dice che alcune celebrità sbiancano i denti con cibi sani come le fragole. Chi l’avrebbe mai detto?

La modella Tyra Banks ha persino provato questo trucco sbiancante per il suo show. Ha semplicemente schiacciato circa quattro o cinque fragole e si è massaggiata questo delizioso composto su tutti i denti, e poi ha risciacquato la bocca subito dopo.

Le bacche contengono molti antiossidanti e altri composti che possono giovare alla salute dei tuoi denti, ma non sono gli unici che mantengono i tuoi denti luminosi.

La qualità della tua dieta in generale è altamente collegata alla salute dei tuoi denti. Gli alimenti che possono aiutare a mantenere forti le gengive e i denti, oltre a essere liberi da malattie o segni di invecchiamento, includono alimenti rinforzanti come:

  • fonti di calcio come yogurt o latte
  • cibi ricchi di magnesio e potassio come verdure a foglia verde, mele o pere
  • uova
  • funghi
  • patate dolci, carote o zucca
  • sedano
  • noci come noci o mandorle

BONUS: Carbone Attivo

 

Il carbone attivo, un prodotto assorbente utilizzato per intrappolare le tossine all’interno del corpo, può aiutare a sbiancare i denti assorbendo placca e residui microscopici che causano le macchie.

Al momento, uno dei prodotti utilizzati a base di carbone bioattivo è BioWhite della Natural Fit, un marchio 100% Made in Italy (diffida da prodotti stranieri di bassa qualità che possono rovinare lo smalto).

Per sbiancare i denti naturalmente con carbone attivo, non dovrai fare altro che bagnare lo spazzolino da denti e immergerlo all’interno del contenitore.

Lava i denti normalmente, prestando particolare attenzione alle aree che mostrano la maggior parte delle macchie.

Dopo aver spazzolato per un paio di minuti, risciacqua bene, finché il cavo orale non è completamente pulito.

Per ottenere i migliori risultati, utilizza BioWhite tre o quattro volte a settimana, ma evita di usarlo se hai delle corone, capsule o faccette in porcellana.

Se vuoi più informazioni, leggi l’articolo: Carbone Vegetale Attivo per Denti: Sbiancamento Naturale

Prodotti fai da te Per Sbiancare i Denti

Fino ad ora abbiamo visto tutti i principali rimedi Naturali per avere denti bianchi, ma come ho già detto in passato, questi trattamenti non sempre garantiscono dei risultati soddisfacenti e in molti casi, sono necessari anche diversi mesi.

E inoltre, lo sbiancamento varia a seconda di molti fattori tra cui la genetica, l’igiene orale e la costanza del trattamento.

Cosa fare allora?

Una buona soluzione sarebbe quella di effettuare uno sbiancamento professionale presso un centro odontoiatrico, tuttavia, il costo per questo di operazione è abbastanza alto. Si va dalle 300 alle 600 euro per una singola seduta.

I risultati sono sicuramente tra i migliori che si possono ottenere, ma non sempre si ha la possibilità di spendere queste cifre.

Fortunatamente, diverse aziende produttrici e dottori professionisti hanno sviluppato nel corso degli anni alcuni prodotti sbiancanti in grado di garantire dei risultati eccellenti, senza dover andare ogni volta dal dentista e spendere ingenti somme di denaro.

Ovviamente, tutti i prodotti devono seguire le Direttive Europee sui prodotti per lo sbiancamento o lo schiarimento dei denti, evitando così di ritrovarci tra le mani dei prodotti di bassa qualità e con quantità di perossido di idrogeno superiori al limite consentito che potrebbero rovinare lo smalto.

Ultimamente, un prodotto molto valido che sta prendendo piede sia in Italia, sia in tutto il resto del mondo, è Inlumina Kit, un rivoluzionario sbiancante che non ha bisogno ne di led, ne di batterie per funzionare.

Il suo ingrediente principale è il pericarbonato di sodio, uno sbiancante eco-compatibile, in grado di eliminare dai denti tutte le macchie gialle causate dai fattori che abbiamo visto prima.

Utilizzare Inlumina Kit è veramente facile, e puoi farlo tranquillamente a casa tutte le volte che vuoi o anche in quelle occasioni speciali in cui hai bisogno di avere un sorriso luminoso.

Se vuoi più informazioni, puoi leggere l’articolo dedicato a questo prodotto, dove troverai informazioni su come utilizzarlo e le opinioni di persone che l’hanno provato.

Un’altro prodotto fai da te molto utilizzato è Ionic White, uno sbiancante con perossido di idrogeno, che si attiva grazie alla luce led e garantisce un buon risultato già dalle prime applicazioni.

Nell’articolo dedicato a questo prodotto, potrai trovare tutte le informazioni che ti aiuteranno a comprendere meglio perchè Ionic White è un’alternativa valida ai “rimedi della nonna” e come puoi migliorare il tuo sorriso senza dover spendere cifre astronomiche.

N.B Fai sempre attenzione ad utilizzare prodotti conformi alle normative e certificati, evitando di acquistare sbiancanti a basso costo che potrebbero danneggiare irrimediabilmente lo smalto dei tuoi denti!

Precauzioni

Una cosa da sapere quando si tratta di sbiancare i denti è che alcuni sbiancanti naturali possono erodere lo smalto.

Alcuni sbiancanti non sono una buona idea da usare, in particolare il succo di limone. Mentre la scorza di limone è in realtà un modo sano e salutare per sbiancare i denti, il succo stesso è semplicemente troppo forte.

L’acido contenuto all’interno del succo di limone è ottimo per sbiancare vestiti, capelli ed eliminare macchie dai mobili, ma è sconsigliato utilizzare il succo di limone per sbiancare i denti e disinfettare le gengive ogni giorno.

Alla fine, l’acido crea piccoli buchi nei denti, e quindi ogni tipo di sostanza si infiltrerà in questi piccoli fori e rimarrà lì. E questo può provocare la formazione di carie!

Per evitare di esagerare con lo sbiancamento dei denti, inizia gradualmente, utilizzando solo una piccola quantità di prodotto, seguendo le istruzioni e presta attenzione ai segni di peggioramento della sensibilità.

Conclusioni

I denti diventano meno bianchi (di colore giallo o marrone) a causa di fattori come invecchiamento, assottigliamento dello smalto o erosione della superficie dei denti, una dieta povera, bere caffè o tè, fumare e soffrire di secchezza delle fauci.

I prodotti “fai da te” denti sono una buona alternativa ai rimedi naturali e allo sbiancamento professionale, ma è fondamentale acquistare sbiancanti certificati e conformi alle direttive Europee per evitare di rovinare gravemente lo smalto. Inoltre, questi prodotti vanno utilizzati solo per un breve periodo di tempo, perchè un abuso potrebbe comunque assottigliare lo smalto.

I modi in cui puoi sbiancare i denti in modo naturale, proteggendo allo stesso tempo lo smalto, includono l’uso di aceto di mele, bicarbonato di sodio e perossido di idrogeno, olio di cocco, il carbone attivo, seguire una dieta sana e mantenere una buona igiene orale.

Se l’articolo ti è piaciuto, lascia un like alla nostra pagina Facebook, e rimani aggiornato su tutte le novità!

Lascia un commento